La prevenzione delle malattie del cavo orale

Aggiornamento: 5 mar




Per oltre 15 anni ci siamo dedicati a mettere in pratica un sistema di richiami periodici di controllo e igiene orale, che ha portato la maggior parte dei pazienti del nostro studio medico odontoiatrico a raggiungere una condizione di salute, dei tessuti del cavo orale e a mantenerla tale nel tempo. Numerosissimi sono i riscontri in tal senso e i riconoscimenti da parte dei nostri pazienti. Due anni fa, abbiamo interrotto tali richiami perchè divenuti troppo onerosi per lo studio, in termini di tempo e parole spese nel cercare di far capire che lo facevamo nell'esclusivo interesse dei nostri pazienti.

Ad ogni serie di telefonate, erano sempre troppe quelle per le quali ci veniva risposto : sono in macchina non posso scrivere , ..mi richiami il mese prossimo ,.. ora non posso, ci risentiamo etc, etc, etc., rendendo per noi impossibile la gestione dei richiami in termini di lavoro di segreteria.

Tutti quei pazienti che non hanno mai saltato un richiamo o addirittura prevenivano le nostre telefonate chiamando loro in anticipo, hanno continuato a farlo ; tutti gli altri sono andati in contro a recidive di malattia, nuove lesioni cariose, peggioramento della parodontite , perdita di elementi dentari per intervento tardivo.

Questi ultimi, così come i tanti altri nuovi pazienti già abituati "alla mancanza di prevenzione", hanno aumentato notevolmente il lavoro dello studio.

Abbiamo quindi dovuto gettare la spugna riguardo ad un principio cardine della medicina,e della buona salute dell'individuo ,(la prevenzione). Oggi le persone preferiscono curarsi dalle malattie, assumendo farmaci e sottoponendosi ad interventi chirurgici, che avrebbero potuto evitare, snaturando la figura del medico, la sua missione e il suo dovere.

I medici anzichè prescrivere uno stile di vita sano , una sana alimentazione , il mantenimento del normo peso , l'eliminazione dei vizi legati a fumo ed alcool , hanno capito che curare pazienti malati è oramai parte del nuovo trend della loro professione.

Noi, pur avendo "gettato la spugna", rimarremo sempre fedeli ai principi cardine della medicina, per tutti coloro che li hanno compresi e resi parte del proprio bagaglio culturale.


44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti